L'ASILO  PARROCCHIALE

 

Si può dire che a Valrovina l'asilo parrocchiale abbia inizio il primo febbraio 1939, quando arrivarono in paese, accolte dal parroco don Giuseppe Concato, dai quattro maestri comunali con le loro scolaresche e da un buon numero di parrocchiani, tre suore della congregazione della Sacra Famiglia con Casa Madre a Castelletto sul Garda (Verona).

Nel settembre del 1938 Don Giovanni Rossetto, già parroco dal 1909 e ritiratosi a vita privata nel 1937, offriva a detta Casa Madre tutti i suoi beni  allo scopo di dare un fondo necessario per vivere a dette suore che sarebbero venute a reggere e rinnovare il vecchio asilo, ormai decrepito per mancanza di personale adatto.

Prima di allora, un gruppo di “Orsoline”, donne nubili che avevano fatto voto di castità  e povertà (Ernesta, Margherita, Maria, Bortola, Catina...) gestivano la Cooperativa di consumo e accudivano i bambini in età da asilo, specialmente delle famiglie in difficoltà.

 

Il 1966 segnò la chiusura dell'asilo infantile, con il ritiro delle suore, per sopraggiunte difficoltà.

 

Don Severino Balbo, nominato parroco di Valrovina il 23.11.1967, si prodigò per la riapertura dell'asilo , così il 21.06.1969 fecero il loro ingresso in parrocchia le Suore della Presentazione di Maria SS.ma al Tempio (Congregazione fondata a Sestri Levante), stabilendosi in una parte della canonica trasformata con un restauro in Scuola Materna con appartamento per le due suore.

 

Giusto diciotto anni dopo, il 21 giugno 1987 e non senza dolore, l'allora parroco don Alberto Salgarollo si trovò suo malgrado a segnare la parola fine alla preziosa esperienza delle Suore della Presentazione in parrocchia.

La motivazione fu “Mancanza di vocazioni”.

 

Il paese non si perse d'animo e sorse un Comitato di Genitori, presieduto da un Presidente, che con entusiasmo e l'aiuto anche economico di tutta la popolazione, portò e porta avanti questa bellissima realtà che è la nostra Scuola Materna.

 

 

 

 

 

Bibliografia: Valrovina, un paese e la sua gente a cura di G. Negretto

  • Facebook Clean

​© Valrovina 2015